Portfolio

Home / Portfolio
  • Tutto
  • Collaborazioni
  • Concorsi
  • Design
  • Grafica
  • Lavori in corso
  • Progettazioni
  • Prossimamente
  • Realizzazioni
Gabbia di essiccazione di una cantina vinicola

Gabbia di essiccazione di una cantina vinicola

1 2 3 4 5 6 7 8 Una fiorente azienda agricola nel cuore dell’isola di Salina, sempre più apprezzata in Italia (La Rosa Bianca), necessita di un luogo adeguato dove stendere ad essiccare le uve per produrre l’ottimo passito di Malvasia per cui è nota. Parte di un intervento più complesso ed esteso all’intera tenuta, la realizzazione di una copertura poggiata sul tetto della cantina esistente permette di recuperare gli spazi necessari per la lavorazione dei grappoli senza sottrarre terra alla coltivazione. La struttura è pensata leggera e modulare, così da poter essere smontata e/o ampliata stagionalmente, come fosse una gabbia. Difatti, nel periodo deputato all’essiccazione, vista la necessità di proteggere l’uva dalle vespe, l’impalcato viene rivestito con teli traslucidi a mò di serra, così da mantenere la trasparenza e la traspirazione ma garantire la conservazione della materia prima non contaminata. In legno lamellare e connettori originali Rothoblaas, è ancorata al fabbricato preesistente con piastre e tirafondi in acciaio poi ricoperti con cemento e guaina protettiva. Sviluppa una superficie coperta di oltre 110 mq, ed è composta da sole quattro campate con una luce libera di trave di 8,00 metri lineari, nonostante le sezioni ridotte degli elementi costruttivi prescelti (GL24H), così da ridurre al minimo l’altezza e l’impatto visivo, e senza alcun appoggio intermedio sul solaio di copertura (solo nodi perimetrali). Un’icona, ormai, per il paesaggio rurale per chi esplora l’isola, tale da indicare la presenza della cantina vinicola, è la prima (se non l’unica) struttura in elevazione sulla copertura di un manufatto agricolo....
Detail
In sé natura

In sé natura

1 2 3 4 5 6 7 8 9 "Ogni cosa che puoi immaginare, la Natura l'ha già creata". La nuova gestione dell’hotel Santa Isabel (Evoland srls) reiventa luoghi ed immagine di un noto sito dell’isola, tracciando le linee di un percorso quinquennale che vedrà l’ammodernamento e il re-styling dell’intera struttura ricettiva. Affacciato sulla spiaggia dello Scario, un’insenatura inaspettata di roccia e verde a picco sul mare cristallino del nord, il ristorante & lounge bar si ispira al luogo stesso che lo accoglie e ne trae ispirazione per il nome. La natura regna in ogni scorcio possibile tra vegetazione, pietra ed acqua. I colori sono quelli della macchia mediterranea e del cielo liquido del mare verticale. Una location esclusiva in un luogo unico al mondo, vanta una cucina fondata sui sapori della tradizione e di tendenza gourmet dall’animo decisamente siciliano, delle spezie e dei ricordi. L’ambientazione esistente viene riportata tutta al grado zero del chiaro/scuro, del bianco e del grigio, ripulita nelle forme e nei dettagli per esaltarne le geometrie native. Tocchi di luce e colore rendono vivida la presenza del mondo di fuori, anche dentro. Le ombre costruiscono il resto. Pochi pattern multicolor, poi solo avio e sabbia. Nuova illuminazione, perlopiù a spot a led, e la gioiosa e quanto mai sorprendente presenza di installazioni di green wall realizzate appositamente a mano col fogliame raccolto fresco ed essiccato al sole di primavera; lo stesso che avvolge l’isola (la più verde, si dice) sulla falsa riga del muro verde e dei capolavori di Patrick Blanc, col l’alternanza della tessitura e degli odori seccagni dell’estate eoliana (rosmarino, ulivo, finocchietto, cappero, ecc.). Linee pulite, riuso ...
Detail
Casa RexS

Casa RexS

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 Una piccola dimora all’interno di un agglomerato edilizio ad angolo tra strada e un torrente, con vista mare delle Lipari. Spazi minimi e costi contenuti fanno di questa progettazione una sfida di efficienza e sobrietà. Ampliate le bucature con interventi strutturali e recuperati finanche gli spazi minimi nel portico comune, viene rimodulata la distribuzione interna, adesso più ottimale e di rappresentanza. Tutto nuovo: dalle finiture agli impianti, dagli infissi agli accessori di arredo. Poi si gioca, come sempre, con tocchi di colore e la luce, sia naturale o artificiale, piegandola alle nostre esigenze secondo le potenzialità del luogo ed i gusti della committenza. Dal terrazzo esterno, caratterizzato, oltre che dal tipico bisuolo eoliano a gesso liscio, anche dal piano attrezzato con finitura in resina, e dalle piccole nicchie ricavate negli angoli. L’enfasi dell’illuminazione a fascio led multicolor ed i segnapasso fanno il resto per una sera d’estate. Per gli ambienti interni predomina ancora il bianco ma il pavimento in cemento liscio si tinge, adesso, del color terra vulcanica. Galleggiano soltanto alcune mattonelle decorate dai toni di arancio e crema, sparse casualmente a mò di costellazione, rese ad invocare il calore del sole e la tenera età. Sovrano l’ambiente del bagno, ambiente in fondo alla casa, che richiama le immagini di Monreale tanto care alla memoria dei proprietari, con un sontuoso giallo oro alle pareti, intenso, passato a spalter a grana fine opaca/lucida, talmente da coinvolgere lo sguardo e ravvivarlo con stupore. Un folding di maioliche accortamente alternate guida la vista sin dalla parete d’ingresso, p...
Detail
B&B comfort class

B&B comfort class

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Un appartamento anonimo, trascurato, e nove lunghi mesi di trasformazione. Scelte funzionali e cura del dettaglio ne fanno oggi una struttura ricettiva di livello pari ad un albergo comfort class. Luminoso, quieto. Ogni comodità è stata prevista. Dalle multi-prese ethernet-usb in ogni stanza, alla filo diffusione negli spazi comuni, dai sensori di movimento per le luci al passaggio al set di cortesia per il corpo. Tutto su toni pastello, caldi, avvolgenti, classici. Dall’arredo alla tinteggiatura, dai complementi d’arredo alle lampade. Su un tappeto di scaglie di marmo beige preesistente, si articolano 4 camere con i rispettivi i quattro bagni, questi rivestiti con mattonelle diamantate e pareti azzuro/avio su pavimento in gres effetto legno. E una punta di rosso e grigio tenue sparso qua e là. Quadri informali e vaneggianti a macchia di colore completano l’opera, donano quel tocco di eccentricità a contrasto con l’atmosfera seriosa, svegliando l’ospite da un sogno vagamente ambientato negli anni ’60....
Detail
Multi-level parking

Multi-level parking

1 2 3 4 5 6 ...
Detail
Casa sulla spiaggia

Casa sulla spiaggia

1 2 3 4 5 6 7 8 9 ...
Detail
Studio per il recupero di un rudere a Filicudi

Studio per il recupero di un rudere a Filicudi

1 2 3 4 ...
Detail
Ristrutturazione appartamento a Messina

Ristrutturazione appartamento a Messina

1 2 ...
Detail
Proposta per un parco panoramico a Salina

Proposta per un parco panoramico a Salina

1 2 3 ...
Detail
Logo ristorante & lounge bar IN SE’ NATURA

Logo ristorante & lounge bar IN SE’ NATURA

1 ...
Detail
Concorso MIBACT 2017 (V classificato con Arch. M.R. Schiavello)

Concorso MIBACT 2017 (V classificato con Arch. M.R. Schiavello)

1 2 3 La trattazione del tema della riqualificazione di aree periferiche e degradate, soprattutto nel tessuto sociale, è ormai al centro della politica di rilancio e sviluppo delle città italiane. Non stupisce il fatto che nel contesto che affrontiamo oggi vi siano fattori comuni ad altre realtà, specie diffuse nel sud Italia, perlopiù negativi, che amplificano l’urgenza di sicurezza, fruibilità e vivibilità; più in generale, si parla di riattivare (se non generare) processi virtuosi della vita attiva urbana, intesa quale esperienza dell’uomo al di fuori dell’abitato domestico, a metà tra quartiere privato e spazio pubblico. In questo senso, la proposta progettuale - pur contemperando la disponibilità economica posta a base - tenta di coniugare aspettative collettive comuni a tutti i cittadini e consuetudini specifiche della prassi quotidiana ben delimitata in un’area ristretta, disordinata e fortemente introversa. Con un solo gesto, dirompente e riconoscibile sia alla piccola che alla grande scala, si vuole conferire unità e visibilità ad un coacervo di funzioni. A fondamento del concept è posto uno sviluppo ramificato di un “patchwork” di pavimentazione, pressoché sullo stesso piano orizzontale, apprezzabile tanto dalla vista uomo quanto da una probabile visione in alzato che potrebbe aversi da ogni elevazione degli edifici che fanno parte del rione. Un susseguirsi di tessiture e materiali che hanno la presunzione di convertire la monotonia del contesto ravvivandone colori e rinnovando la percezione ad ogni passo di quegli spazi di risulta, attraverso una trama geometrica continua basata su un modulo quadrato di facile gestione e realizzazione, opportunamente affogata nella parziale risistemazione del manto stradale con cromatismi vivaci ed...
Detail
Idee per un parco di un quartiere periferico a reggio calabria

Idee per un parco di un quartiere periferico a reggio calabria

1 2 3 ...
Detail
Città del vino

Città del vino

1 ...
Detail
MagVille

MagVille

1  ...
Detail
Dependance RN

Dependance RN

1  ...
Detail
Condominio Pace

Condominio Pace

1  ...
Detail
Unità 6×6

Unità 6×6

1 2  ...
Detail
S.A.V. 2

S.A.V. 2

1 2 3 4  ...
Detail
Casa C&G

Casa C&G

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ...
Detail
Condominio S. Margherita

Condominio S. Margherita

1 2 3 4 5 6 7 Nel blu dipinto di blu. Risanamento di un condominio sulla riviera sud della città di Messina. La prospicienza al mare conduce le scelte cromatiche dei prospetti, improntate al blu cielo-acqua e al bianco. Spicca il corpo scala “a torre” sul fronte est, perla dell’intervento, interamente ristrutturato e chiuso con infissi su misura in alluminio grigio chiaro e vetri solar blue riflettenti...
Detail
Riqualificazione di un rudere

Riqualificazione di un rudere

1 2 3  ...
Detail
Ristrutturazione di Villa Lunga

Ristrutturazione di Villa Lunga

1 2 3 4 5  ...
Detail
Villette siamesi a Lipari

Villette siamesi a Lipari

1 ...
Detail
Casa sugli scogli

Casa sugli scogli

...
Detail
Riqualificazione FALAMM arredamenti

Riqualificazione FALAMM arredamenti

1 ...
Detail
Complesso Residenziale per studenti

Complesso Residenziale per studenti

1 ...
Detail
Complesso Residenziale  e Commerciale

Complesso Residenziale e Commerciale

1 ...
Detail
DigitalNudes

DigitalNudes

1 2 3 4  ...
Detail
99 Pagine

99 Pagine

1 2 3 4 5 6 7 8  ...
Detail
Casa stile eoliano 2.0

Casa stile eoliano 2.0

1 2 3 4  ...
Detail
Ampliamento di un ristorante

Ampliamento di un ristorante

1 2  ...
Detail
Ville Panoramiche

Ville Panoramiche

1 2 3 4 ...
Detail
Villa a Malfa vendesi

Villa a Malfa vendesi

1  ...
Detail
Un garage moderno

Un garage moderno

1 ...
Detail
Recupero di un antico frantoio

Recupero di un antico frantoio

1 2 ...
Detail
Restyling della sede della Fire

Restyling della sede della Fire

1 ...
Detail
Cantina vinicola sottoterra

Cantina vinicola sottoterra

1 ...
Detail
Un rifugio interrato

Un rifugio interrato

1 ...
Detail
Riconversione di una banca in mini appartamenti

Riconversione di una banca in mini appartamenti

1 ...
Detail
Completamento Edificio Abbandonato

Completamento Edificio Abbandonato

1 2 3 4 5 ...
Detail
T-REX

T-REX

1 2 3 4 T-Rex è una struttura di denti e immagini taglienti in cui ha abitato Siren. Un video box a colonna di oltre due metri di lamiera forata e drappo rosso, attraversato da parte a parte da monitor e l’ambiente che lo ha circondato. Uno sguardo diverso sulla città, dentro e fuori di essa. In esposizione per diverse settimane al Teatro Vittorio Emanuele di Messina in occasione di Gemine Muse, ha raccontato la visione di E. Musarra del backstage....
Detail
Smoking Temple

Smoking Temple

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Smoking Temple è pensato specialmente per gli amatori del fumo.Un oggetto che combina le performance della conservazione dei prodotti da fumo con un raffinato design inspirato ad un’idea di sacralità.Il concept nasce dalla mimesi di un tempio antico.Tutto segue una proporzione geometrico-numerica dettata dalla tecnica e dalla numerologia.Un cubo semitrasparente di 33 cm circondato da 12 colonne illuminate che racchiudono una camera centrale.Un monolite nero dall’impenetrabile atmosfera misterica....
Detail
Casa a Valdichiesa

Casa a Valdichiesa

1 2 3 ...
Detail
Una villetta alle Eolie, casa MCS

Una villetta alle Eolie, casa MCS

1 2 ...
Detail
Concorso per la Riqualificazione dell’area dell’ex Foro Boario in Castiglion Fiorentino

Concorso per la Riqualificazione dell’area dell’ex Foro Boario in Castiglion Fiorentino

1 Nella delicata e raffinata Toscana non è facile ritrovare luoghi senza vita.A Castiglion fiorentino l’esigenza di generare nuovi spazi e ridar vita alla zona dei mercati porta ad un progetto che si prefigge due obiettivi: ridisegnare uno spazio chiuso in disuso e creare nuove relazioni con le attività collettive che ospiterà. Il mercato, gli uffici direzionali e un auditorium fanno del progetto della nuova piazza un polo di vitalità e multifunzionalità.Cosparso di vuoti e costellato di pietra tipica locale, squarci e smottamenti danno vita ad un percorso articolato e divertente, ricco di imprevisti e cambiamenti repentini di linguaggi e geometrie.All’auditorium segue il mercato all’aperto e la piazza rialzata con punti di ritrovo e svago commerciale.Un’isola nuova emersa alle pendici di una verdeggiante collina, in prossimità del centro storico della cittadina....
Detail
Concorso per la progettazione di un padiglione espositivo per la Volvo V60 plug in hybrid

Concorso per la progettazione di un padiglione espositivo per la Volvo V60 plug in hybrid

1 Il concept trae origine dalla visione di un auto che riposa all’ombra di un albero, e dall’albero stesso si ricarica. “Switch to Pure” Volvo è un concorso per lanciare l’involucro che presenta la nuova auto ibrida, finalmente anche ad energia pulita (elettrica). In questo senso, la morfologia del padiglione prende spunto dalla vegetazione, pensando a questa scelta decisamente più “verde” e, dunque, più rispettosa della natura. E, ancora di più, il pensiero di un’energia che addirittura fluisce all’inverso, dalle piante verso l’automobile, ci porta ad immaginare di vederla fluire attraverso i rami per iniettarsi nella macchina come linfa vitale. Il sistema della corrente alternata, poi, mira a ribadire la necessità di distaccarsi dal mondo dei consumi di idrocarburi per passare ad un sistema aperto e libero di energia continua. Illimitata. Quindi, “tree to three”, slogan che lancia il progetto, rievoca questi concetti puntuali. Tre momenti nevralgici (macchina, natura, energia), come i tre punti su cui poggia la struttura del padiglione a ramificazione d’albero....
Detail
Workshop Idee e proposte sostenibili per i territori del sisma aquilano

Workshop Idee e proposte sostenibili per i territori del sisma aquilano

1 Il terremoto è certamente un evento dissacrante e dissolutivo. L’Aquila e la sua provincia ne hanno saggiato la crudeltà. Ma soprattutto i borghi minori hanno subito conseguenze peggiori, poiché lontane dai riflettori e difficili da raggiungere e ricostruire. Il progetto nasce come intervento puntuale e campione su aree interessate dal sisma e ulteriormente svalutate e abbandonate a seguito di questo. Il concept riprende semplicemente gli archetipi della capanna come nuovo inizio della civiltà del costruire, come allora così oggi. Una casa sospesa tra due manufatti su un vuoto lasciato incolmabile emerso dalla roccia viva. Una scatola dentro la scatola affacciata sulla vallata. [In collaborazione con Arch. F. Mancuso e altri]...
Detail
Concorso per la Riqualificazione del centro canottieri Thalatta di Messina

Concorso per la Riqualificazione del centro canottieri Thalatta di Messina

1 Il centro canottieri Thalatta è un’istituzione antica a Messina, legata alla fruizione del mare, quale vocazione primaria della città dello stretto.Il progetto si prefigge l’obiettivo di rinnovare il complesso, accogliendo nuove funzioni aperte alla cittadinanza, nel tentativo di ritornare ad essere punto di ritrovo blasonato e luogo di incontro e dibattito.Dalla micro scala dei dettagli dei materiali legati alle attività marinare, fino alla macro scala del tessuto urbano che prova ad entrarvi a far parte, come logica prosecuzione della Palazzata e del fronte a mare.Faro di collettività, portale dell’ingresso nel porto marittimo insieme alla statua della Madonna della Lettera, il complesso ritorna ad essere agorà e sport, svago e ristorazione, bellavita e serenità anni ’50.In collaborazione con l'Arch. F. Munagò....
Detail
Concorso un Ponte in tasca

Concorso un Ponte in tasca

1 Il mito racconta la tragica storia di Glauco e Scilla, giovane pescatore, che muore nelle acque nell’estremo tentativo di abbracciare la sua amata Scilla.Due figure mitologiche legate allo stretto di Messina.Il progetto per un nuovo attraversamento dello Stretto non pensa ad un ponte vero e proprio, ma immagina le due figure contrapposte sulle rispettive sponde fronteggiarsi come teneri amanti ormai separati e destinati a rimanere lontani, unite solo in gioco di sguardi: a Messina, Glauco, prende le sembianze di un grattacielo piegato verso le acque, proteso verso la riva opposta, in un affastellamento di unità abitative traslucide terrazzate e sospese le une sulle altre.Un concept onirico per un luogo che altrettanto ha ispirato visioni surreali e leggende.In collaborazione con l'Arch. F. Mancuso....
Detail
Concorso per il Nuovo centro civico di Milano

Concorso per il Nuovo centro civico di Milano

1 Si ritiene che Pangea fosse un unico continente comprendente tutte le terre del globo terrestre emerse sull’acqua, prima che le stesse si separassero per dar vita al mondo diviso come lo conosciamo oggi. Il luogo che progettiamo è pensato per ri‐unire la cittadinanza. L’incontro, la condivisione e il dialogo sono alla base di una buona stratificazione socio‐culturale per un città, Milano, complessa, fashion, globale, multirazziale, difficile. La trasversalità delle classi di utenza porta a tracciare un vero e proprio “teatro ideale”, nei richiami formali quanto nello spirito che anima un centro civico dove chiunque può trovarsi a casa e trovare risposte alle proprie esigenze. Un consesso, dunque, per la cultura popolare di un pezzo nevralgico della città che favorisce la conoscenza, offre svago e mette a disposizione i mezzi per sviluppare la creatività collettiva. Immerso in un parco ‐ orto botanico antologico, dove senso di appartenenza e curiosità guidano le attività del visitatore, l’edificio abbraccia e porge, ripara ed esalta, coinvolge ed esorta. In collaborazione con l'Arch. M. Schiavello....
Detail
Evolo skyscraper  competition 2014

Evolo skyscraper competition 2014

1 Ai confini sud della città antica di Reggio Calabria si erge una cruna dell’ago. Il grattacielo incornicia la visuale sul lungo mare, segna la direzione ed introduce nel futuro. Il concept nasce dalla frammentazione per blocchi di un trilite, megalite, scolpito dalle rotazioni, dal ritmo delle aperure, dagli slanci nel vuoto. Il ritratto di un’opera moderna che rilegge il linguaggio delle città del mediterraneo, senza stravolgimenti stilistici contemporanei, ma semplicemente interpretando il luogo. Un nodo nevralgico tra il letto di una fiumara a cielo aperto, una linea della ferrovia dismessa e un lungo tratto di costa ancora non esattamente integrata col chilometro più bello d’Italia, ospita un polo commerciale, un centro uffici e un hotel SPA di lusso....
Detail
Casa Studio

Casa Studio

1 2 3 4 5 6 7 Composizione libera e vaneggiante di ceramica italiana come rivestimento a parete di un’intera abitazione nel centro storco di Messina. Coacervo espressionista, a tratti eccessivo e ridondante, l’appartamento offre in ogni ambiente una visione diversa e cangiante del tema, talvolta incrociato con la pietra a vista affiorante dai muri antichi o con intonaci in stile urban style. Multicolor e ricordi mediorientali incontrano la tradizione moderna dei videogame e delle texture di tessuto e trame differenti, inondando la vista di vitalità. Non c’è spazio per il minimalismo timido dell’eleganza. Eccentrico. Per dare luce e allegria....
Detail
Casa FG

Casa FG

1 2 3 4 5 >Un appartamento nel centro storico della città, ristrutturato ed ampliato con soppalchi. In questo caso, l’obiettivo è mantenere un certo old style già presente, mettendo persino in risalto alcune parti nascoste. È il caso delle vecchie murature in mattoni, con buone listature e alcune buche pontaie in buono stato. Nel vano ingresso soggiorno, con un’altezza di oltre cinque metri, trova spazio una moderna scala in legno e metallo che conduce ad una balconata coronata da una balaustra in legno e cavi d’acciaio. Questa e la nuova camera al piano ammezzato sono ambienti ricavati grazie ad una frapposizione di un piano, di fatto, in più, ottenuto con una massiccia struttura in acciaio. Il piano soppalco già esistente viene ridisegnato e arricchito con un bagnetto dal tocco decisamente femminile (total pink). Al di sotto la nuova cucina e il bagno rinnovato si trovano sotto un caldo soffitto in legno illuminato ad arte. Pavimento in marmo a tappeto e drappeggi/tendaggi alle finestre di ampie dimensioni contribuiscono al tono decisamente ampolloso e retrò suggerito dalla committenza....
Detail
Casa LR

Casa LR

1 2 3 Altro appartamento nel centro storico di Messina.Stavolta la committenza dispone un utilizzo funzionale in relazione alle diverse fasi di vita che dovrà attraversare l’immobile.Si preferisce ampliare la zona giorno creando un unico vasto ambiente che raccolga ingresso, salone soggiorno con cucina, distribuendo i servizi in linea a separazione dei rimanenti ambienti.Il gioco di luci e il minimo contrasto di colori e pavimentazione conclude uno spazio in maniera dinamica, stando soprattutto alle proporzioni decisamente rettangolari.Spiccano i nuovi pavimenti grigi di grande dimensione messi in relazione con il rosso della cucina e della parete salotto.Un tocco di antichità viene espresso all’ingresso, dove una ricomposizione delle migliori mattonelle di graniglia di marmo decorata a mano preesistenti formano un inserto di fronte al portone, quale sigillo di benvenuto, per quanto sia – di fatto – un falso ideologico.Alle finestre grate in ferro battuto realizzate a mano riprendono il tema del candelabro a sette bracci rifacendosi allo stile delle originarie ringhiere del palazzo di primi novecento....
Detail
Restauro di un palazzetto storico

Restauro di un palazzetto storico

1 2 3 4 5 6 7 8 9 Un palazzetto storico alle porte del borgo di marina Ganzirri, raro caso di edificio di interesse monumentale e ambientale non situato nel centro storico della città. A fronte di un acquisto la committenza decide di riportare il fabbricato agli antichi splendori, risalente peraltro a prima del terremoto del 1908, probabilmente intorno alla fine del 1800. Riccamente decorato con mensole e modanature varie, versa in cattivo stato di conservazione e necessità di un vero e proprio intervento di restauro architettonico. Se ne ripropone una lettura filologica, ricostituendo i decori in materiale sintetico a seguito di calchi e individuando il colore originario delle facciate. Il piano primo viene anche interessato dalla sostituzione degli infissi ed un elegante sistema di illuminazione artificiale esterno che ne esalta l’elegante presenza anche nelle ore serali. L’intervento, nella sua fase di lavori diretto dall’Arch F. Munagò, ha previsto che al suo interno venissero mantenuti i vecchi pavimenti decorati a mano, incorniciati da una nuova pavimentazione a perimetro delle stanze, neutra e scura, nata per esigenze tecniche ma scelta per esaltare la preesistente come una cornice. Un importante intervento di consolidamento comporta l’asportazione di una parete in muratura piena sostituita da un portale in acciaio, con doppia travatura accoppiata e saldata. Un modello di esecuzione e lettura della preesistenza applaudito dalla Soprintendenza ai BB. CC. AA. di Messina.  ...
Detail
Giardino di Villa Licia

Giardino di Villa Licia

1 2 3 4 5 6 7 8 Una villa sorta negli anni settanta in una frazione di mare ai confini del Comune di Messina, oggi non più consona alle esigenze della committenza. L’intervento, in questa prima fase progettuale, riguardano gli esterni, ovvero un ampio giardino a perimetro del manufatto. Aiuole in mattoni pieni, vasche d’acqua a parete e sedute in muratura, lasciano il posto a superfici continue in gres effetto pietra di colore chiaro. Regna il minimale e la simmetria. Con qualche eccezione. La vegetazione viene selezionata e ben espressa anche attraverso il sistema di illuminazione a pavimento. Vengono distinte, senza separazione, le varie zone funzionali del giardino. Si transita dalla zona prato inglese per giungere alla zona the pomeridiano sul ghiaietto, per passare dalla zona pranzo a quella ricevimento connotata da uno specchio d’acqua illuminato accompagnato da una pedana in travertino e contornata dal legno, quale unico inserto, a parte il mobilio da giardino. Il colore dominate è il bianco, con qualche citazione del rosso pompeiano rimasto impresso negli occhi del progettista.   ...
Detail
Casa a Tindari

Casa a Tindari

Tindari mite ti so. Posto suggestivo, carico di storia della nostra terra e suggestioni. Sacre e profane. L’edificio, nato dall’unione di più unità immobiliari incastrate in un grappolo di edificato sulla strada del teatro antico, è oggetto di una massiccia ristrutturazione. Se ne mantiene la sagoma e il colore dei prospetti. Ma qualcosa cambia. L’accesso alla terrazza e la trasformazione di un tetto in terrazza a mò di altana, danno un nuovo coronamento all’edificio. Adesso può godere della vista delle vicine rovine del teatro antico del Tindari affacciandosi da una balaustra in plexiglass arancio fumo, legno e acciaio bianco. Già dalla terrazza bassa, partendo dall’esterno verso le viscere della casa, si intuisce che il concept è incentrato sul calore e sul colore, attraverso l’utilizzo diffuso e sapiente del cotto smaltato e decorato a mano (ceramiche di Santo Stefano di Camastra). Ovunque e dappertutto, a pavimento, a volte a parete, le maioliche tipicamente siciliane, fanno sfoggio di sé. Ciascuna stanza ne ha un disegno diverso, una composizione differente. Persino i bagni e i camini. Solo il pavimento in cotto non trattato è diffuso a tappeto. Il resto lo fa l’arredamento proveniente dalle botteghe di antiquariato romane o dai viaggi in Cina. La profondità delle scelte è, infatti, supportata dalla chiara energia spirituale profusa dalla committenza e dallo spessore culturale; vuoi per mestiere, vuoi per sensibilità innata, vuoi per percorso di vita. Un ambiente assolutamente dinamico, variopinto, con salti di quota all’interno del manufatto stesso e sullo stesso piano in entrambi i due di elevazione oltre le terrazze, irradiato dal giallo-arancio del paesaggio siciliano, dai riflessi ceramici del vicino Santuario del Tindari, anch’esso ispirazione per i ri...
Detail
Workshop a premi Archisostenibile, prima edizione (con altri)

Workshop a premi Archisostenibile, prima edizione (con altri)

1 Il complesso universitario di Reggio Calabria ormai è un polo all’avanguardia per gli standard del sud Italia, completo nelle varie sezioni disciplinari e ricco di vita ed attività. Il manufatto storico della facoltà di Architettura, però, ha bisogno di refreshment e restyling. Il progetto mira ad attribuire svariate qualità nei diversi punti strategici ancora deboli del blocco bianco dall’aria mediterranea ed elegante. Soprattutto gli spazi esterni e le superfici perimetrali sono oggetto d’intervento di riqualificazione e upgrading tecnologico incentrato sullo spirito geometrico che ha guidato la progettazione ab origine. Schermature solari intelligenti, sistemi di captazione d’aria, spazi verdi aperti-coperti e l’immancabile fotovoltaico, ricostruiscono l’immagine dell’edificio culla della conoscenza reggina nell’era contemporanea.  ...
Detail
Concorso ArchitetturaOltre 2013

Concorso ArchitetturaOltre 2013

1 L’intervento riguarda un tratto di costa caratterizzato da una vasta superficie di arenile costituito da spiaggia ed una forte presenza di piccoli manufatti eterogenei, fatiscenti o crollati, da riqualificare e/o ricostruire. Essendo questa una preesistenza ambientale fortemente connotata per la città di Reggio Calabria e per le città di mare sul Mediterraneo, le azioni d'intervento mirano ad un unico risultato per definirsi indicatori della qualità ambientale rilevanti dal punto di vista della percezione, quale modello cui rifarsi per interventi diffusi. Nasce quasi un chilometro di attrezzature temporanee per la fruizione del mare, laddove prima vi era solo abusivismo e precarietà. Il concept prende origine da strutture in procinto di crollare, piegate verso il mare, e dalle reti dei pescatori che ancora le abitano stagionalmente. Una grande coperture unifica il fronte di casupole adeguatamente recuperate, strizzando l’occhio alla rete ferroviaria che corre alle sue spalle, con ritmo e velocità altrettanto suggestive....
Detail